Storia

L’ A.C. Coiano Santa Lucia A.S.D. nasce nel 2001 dalla fusione di due storiche società dilettantistiche del calcio pratese:  il Coiano ed il Santa Lucia.

Tra le sue fila hanno militato talenti di fama internazionale quali il Campione del Mondo Paolo Rossi (Presidente onorario della Società), Christian Vieri, Alessandro Diamanti e Gianmarco Vannucchi.

Il Presidente, Roberto Macrì, proviene dal mondo del volontariato ed è coadiuvato oltre che dal Vice Presidente Francesco Golfieri da un Consiglio di Amministrazione caratterizzato da figure professionalmente preparate ed in grado di supportare la società calcistica in tutte le sue articolate e complesse attività, non solo sportive.

La Società svolge la propria attività nell’Impianto Sportivo “Vittorio Rossi” – Viale Galilei 146 Prato (PO), che risulta uno dei più attrezzati e prestigiosi della Città di Prato.

Negli anni passati, grazie al contributo del Comune di Prato,  è stata sistemata la seconda tribuna dotandola di copertura e rendendo così l’impianto come l’unico ad avere due tribune, peraltro entrambi coperte, con due campi sportivi in sintetico.

Nell’Agosto 2015, il campo principale è stato oggetto di una importante ristrutturazione. Rimosso il vecchio, è stato installato un manto sintetico di ultima generazione.

Nel Dicembre 2016, grazie alla sinergia tra i nostri tecnici, la Ditta Giannini, INTEC, Chianti Banca, Regione Toscana e Comune di Prato, il campo sportivo centrale dell’ A.C. Coiano Santa Lucia A.S.D. è il primo impianto in Toscana e tra i primi in Italia ad essere dotato di un impianto di illuminazione a LED.

Nei programmi della Società vi sono ulteriori importanti investimenti: nascerà una CLUB HOUSE con  ristorante e pizzeria, verrà riqualificato il secondo campo sintetico, gli spogliatoi, le aree di riscaldamento ed allenamento e gli uffici.

La Società, che conta circa 400 atleti iscritti tra Dilettanti, Calcio a 5, Settore Giovanile e Scuola Calcio Élite, è da sempre con le sue rappresentative, tra le protagoniste dei campionati provinciali e regionali, tutto questo grazie a rose ben costruite e all’apporto di tecnici qualificati ed esperti.